Alimentazione
I ratti sono onnivori, come si sa, per questo molti pensano che possano mangiare quello che mangiamo noi, senza considerare che il nostro cibo potrebbe risultare troppo salato, piccante, dolce o grasso per loro e creare grossi problemi di salute.
L’alimentazione corretta dovrebbe essere la seguente: cibo secco specifico per ratti + cibo fresco (frutta, verdure, carne ecc.)

Cibo secco:
Alla base di una buona alimentazione deve esserci un cibo secco specifico per ratti (che può essere acquistato nei negozi specializzati) oppure un mix di granaglie fatto in casa. Il cibo pronto ovviamente è più comodo, non c’e bisogno di cercare i vari ingredienti e fare tutti calcoli necessari per avere un alimento equilibrato.
Il cibo secco deve essere sempre a disposizione.
Per i ratti che tendono a ingrassare facilmente è possibile dosarlo: di solito se ne fornisce 1 cucchiaio al giorno, ma è sempre meglio controllare le eventuali indicazioni sulla confezione.
I ratti fino a 6 mesi di età non devono avere restrizioni!


Frutta e verdura:
Frutta e verdura contengono tante vitamine e minerali. In più, la maggior parte sono poco calorici e adatti agli animali che tendono ad ingrassare facilmente.
Non vanno considerati la base della dieta, solo un’integrazione al cibo secco.
Frutta e verdura si possono dare ogni giorno o a giorni alterni.
Non c’e una quantità precisa in quanto ogni animale ha le sue esigenze. Ovviamente è difficile capire la quantità per ogni ratto quando si hanno gruppi numerosi, ci si può regolare tenendo conto delle esigenze specifiche di ogni soggetto.Per esempio: se uno o più animali hanno la diarrea (o feci troppo molle) la quantità di frutta/verdura va diminuita.
In media, 10-15g di frutta/verdura a testa non dovrebbero dare problemi.


Proteine animali:
L’alimentazione dei ratti comprende sia proteine vegetali che animali. I ratti sono onnivori quindi hanno bisogno anche di proteine animali per la crescita e lo sviluppo. Nella loro dieta si possono usare carne, pesce, molluschi (tutto cotto), uova di gallina o quaglia e omogeneizzati di carne.
Le proteine animali si possono aggiungere 1-2 volte alla settimana (per es.carne bollita 15-20g). Per i ratti fino a 6 mesi la quantità può essere aumentata.
Importante: più il ratto è giovane e più proteine animali deve contenere la sua dieta.


Latticini:
Si possono aggiungere alla dieta anche latticini come ricotta magra, yogurt o il latte di kefir: contengono calcio e bifidobatteri. In più, i ratti mangiano molto volentieri questi prodotti. L’unica possibile controindicazione può essere l’intolleranza al lattosio (anche se nei ratti capita raramente è sempre meglio fare una prova somministrando inizialmente una piccola quantità di prodotto).
Ci sono diverse “scuole di pensiero” riguardo ai latticini: alcuni pensano che non servano, altri li usano raramente (poche volte al mese) e altri ancora li aggiungono alla dieta più volte alla settimana. Non è stata notata nessuna sostanziale differenza nello stato di salute dei ratti col variare della somministrazione perciò ogni proprietario può decidere se usare o no questi prodotti.

Leccornie:
Quasi tutti i proprietari amano “viziare” i propri ratti, e non c’e niente di male. L’importante è non mettere a rischio la salute dell’animale, perciò vanno evitati dolci, alcolici, patatine, insaccati ecc. E’ meglio offrire una nocciolina, un pezzettino di biscotto senza zucchero o un piccolo pezzettino di frutta dolce. In più, in commercio, si trovano snack già pronti e specifici.
Le leccornie vanno comunque date raramente, non devono essere un’abitudine.




Tabella indicativa per vari tipi di cibo

Frutta:
- Albicocca (senza nocciolo)
- Ananas
- Arancia (in piccole quantità)
- Avocado (in piccole quantità)
- Banane
- Ciliegie (senza nocciolo)
- Cocomero (anche con semi)
- Caco (ben maturo e in piccole quantità)
- Cocco
- Fragole e fragoline di bosco
- Kiwi
- Lampone 
- Mandarino (in piccole quantità)
- Mango

- Mela

- Melograno

- Melone 
- Mirtilli

- Pera
- Pesca (senza nocciolo)
- Prugna (senza nocciolo e in piccole quantità)

- Uva
(Frutta molto dolce va somministrata in piccole quantità)

Verdure:
- Broccoli (crudi e cotti in piccoli quantità)
- Carciofo (solo cotto)

- Carote (non tante perchè hanno un effetto lassativo)
- Cetriolo
- Cavolo cappuccio, cavolini di Bruxelles, cavolo rosso (da evitare perché può provocare gonfiore adominale)
- Cavofiore (cotto, in piccole quantità)
- Cipolla (raramente in piccolissime quantità)

- Finocchio
- Insalata (lattuga, rucola, spinaci, valeriana, radicchio ecc.)
- Melanzana (solo cotta)
- Patate (solo lesse, raramente)

- Peperone
- Pomodoro (in piccole quantità)
- Radicchio
- Ravanello (da evitare)
- Sedano
- Zucchine
- Zucca

Legumi:
- Fagioli (solo cotti e in piccoli quantità in quanto possono provocare gonfiore addominale)
- Piselli (in piccoli quantità
in quanto possono provocare gonfiore addominale)


Latticini:

- Yogurt (anche alla frutta)
- Latte (meglio evitare)
- Panna (da evitare)
- I formaggi meglio evitarli (troppo grassi!), ogni tanto fiocchi di latte o ricotta al massimo.


Carne:

- Bollita di pollo, tacchino o manzo (parti magre), lasciate anche qualche osso che si divertiranno a rosicchiarlo.


Uova:

-Uovo di gallina (sodo e non più di una volta alla settimana)
-Uova di quaglia (si può dare crudo)


Frutta secca
e semi (da dare raramente come premio e in piccole quantità!):
- Uvetta
- Noce
- Nocciola
- Pinoli
- Semi di girasole
- Semi di zucca (non salate)


Pasta cotta
:
Si, ma senza sale e condimenti.


Pesce e molluschi:

- Pesce lesso e non grasso
- Gamberi cotti
- Moluschi cotti


Piante aromatiche (1-2 foglie):
- Basilico
- Prezzemolo
- Menta


Varie:
- Funghi (in piccole quantità)
-
Cioccolato (meglio fondente e in piccole quantità)
-
Omogeneizzati di carne/pesce - si, 1 volta alla settimana (ai ratti fino a 3 mesi - 3-4 volte alla settimana)
- Riso


Da evitare:

- Salumi
- Pasticceria
- Formaggio stagionato
- Marmellata

Non possono mangiare.
- Banane verdi (non mature)
- Patate verdi
- Bibite gasate
- Fagioli crudi
- Carciofi crudi
- Arachidi
- Cavolo rosso crudo
- Cavollini di Bruxelles crudi
- Liquirizia


Dieta per la femmina incinta.
Prima di tutto aumentate porzioni e aggiungete vitamine e sali minerali. Nella dieta dovete aggiungere i latticini: ricotta, yogurt ecc. Carne lessa e pesce. Ricordatevi l'acqua fresca!

Piante che possono essere velenosi per i ratti:

- Begonia
- Azalea
- Euforbia
- Felce
- Garofano
- Agave
- Ortensia
- Giacinto
- Ippocastano
- Foglie di patata, cigliego, tabacco, pomodoro
- Mughetto
- Mirto
- Narciso
- Oleandro
- Vischio
- Edera
- Rododendro
- Tulipano
- Tasso

Da sapere:
Come fare mix di semi in casa?

Problemi alimentari


Copyright © 2005 - 2016 Ratmania
Vietata la riproduzione anche parziale