Ratto anziano


Purtroppo, la vita del ratto non è lunga e raramente supera i 3 anni d’età. Spesso, dopo due anni ci accorgiamo che il nostro ratto comincia ad invecchiare: i movimenti sono più lenti, il pelo diventa più rado e le zampine posteriori sono più deboli:

e’ arrivata la vecchiaia.
Si sa quanto i ratti ci tengono alla propria pulizia. Spesso, per un ratto vecchio diventa difficile a pulirsi come si deve e dobbiamo aiutarlo. Potete pulire il pelo con uno panno morbido o salviette per i cuccioli. Bisogna pulire bene anche le parti intime: i maschi anziani che non riescono a pulirsi da soli vanno controllati più spesso: per colpa della scarsa pulizia può crearsi un “tappo”.
Controllate e, se c’e bisogno, pulitegli le orecchie perché
spesso il ratto anziano, non riesce ad usare le zampine posteriori .
Per pulire potete usare un semplice cotton fioc leggermente inumidito in acqua tiepida.
Per pulire gli occhi e il musino, si può usare dischetto di cotone (sempre un po’ bagnato in acqua tiepida).
Capita, che ratto anziano ha dei problemi con i denti e mangia meno cibo duro. Potete aggiungere alla dieta cibi più morbidi: omogeneizzati, pappe per bambini, yogurt ecc. Nello stesso tempo, controllate gli incisivi che non devono essere troppo lunghi. Se denti incisivi sono troppo lunghi, serve una visita dal veterinario.

Molto spesso i ratti anziani hanno problemi con le zampe posteriori: da debolezza possono arrivare alla paralisi.
E’ abbastanza normale nei ratti anziani ed è difficile ottenere i miglioramenti: cercate di creare uno spazio senza scale o tubi. La cosa migliore è una gabbia a un piano sviluppata in larghezza (tipo conigliere). Per facilitare lo spostamento del ratto, al posto della lettiera potete utilizzare anche i tappetini assorbenti per cuccioli.


Copyright © 2005 - 2016 Ratmania
Vietata la riproduzione anche parziale