Il ratto nudo (Hairless rat)

di Simone Masin

I ratti cosiddetti "nudi" sono una tra le ultime varietà del ratto domestico (Rattus norvegicus) apparse in ordine di tempo e non una specie a s staent, anche se lĠaspetto esteriore di questi simpatici e singolari roditori sembra molto diverso da quello dei comuni ratti da compagnia! In realtˆ, dal punto di vista genetico, si conoscono almeno quattro distinte mutazioni che concorrono, ciscuna singolarmente, a conferire il carattere "nudo" ai nostri beniamini. Alcune di queste varietˆ sono purtroppo state selezionate dalle industri farmaceutiche per avere a disposizione cavie dalla pelle nuda per testare farmaci e prodotti ad uso locale: alcuni di questi sfortunati ratti sono poi stati adottati come animali da compagnia e hanno diffuso il carattere genetico "nudo" tra i ratti da compagnia. Le caratteristiche peculiari di questa varietˆ possono essere riassunte nella mancanza quasi totale di peli sul corpo, con lĠeccezione delle vibrisse (i baffi) e di alcuni ciuffi radi sul muso e sul capo, inoltre la pelle  nuda morbida, gommosa e calda al tatto. I ratti nudi possono essere ricoperti da una leggera lanugine durante lo svezzamento, che perderanno durante lĠadolescenza. Le varietˆ di colore in cui possono apparire sono tutte quelle previste per i ratti standard, anche se le pi comuni sono lĠalbina con la pelle rosa, la "black hooded", con la pelle pezzata di nero lungo il dorso e la nera, in cui la pelle dellĠanimale  color cioccolato. Al di lˆ dellĠaspetto estetico che pu˜ risultare pi o meno gradevole o simpatico, una delle carte vincenti di questa varietˆ  per˜ il suo carattere veramente unico: questi ratti, pi delle altre varietˆ amano moltissimo il contatto fisico con il proprio padrone, e uniscono in s una simpatia contagiosa e unĠaffettuositˆ davvero fuori dal comune! Per quanto riguarda le norme gestionali, bisogna subito sfatare alcuni luoghi comuni, che vogliono questi roditori pi delicati rispetto alle altre varietˆ. In effetti, lĠunico problema di questi animali  che alcune varietˆ immesse in commercio derivano da ceppi di ratti da laboratorio selezionati per sviluppare determinate patologie in etˆ adulta. I due ceppi pi comunemente usati nella sperimentazione sono soggetti a problemi renali in etˆ adulta ed hanno problemi di immunocompromissione e una aspettativa di vita ridotta (10 mesi). Distinguere questi animali da ratti hairless allevati come animali da compagnia  praticamente impossibile, basandosi sullĠaspetto esteriore e la cosa migliore per evitare brutte sorprese  sicuramente quella di adottare il nostro beniamino presso un allevatore competente (ma ci˜ vale anche per le altre varietˆ)! Ci˜ detto, i ratti nudi, se allevati in modo corretto e con pochi semplici accorgimenti, si rivelano resistenti come i loro cugini. Il loro principale problema  la mancanza di pelo che li porta a disperdere molto pi rapidamente il calore corporeo, se la temperatura ambientale scende troppo. Gli accorgimenti da prendere per tenerli al caldo sono molteplici: la cosa pi semplice per garantire loro una temperatura corretta  quella di equipaggiare la loro gabbia con una o pi casette morbide e ben rivestite di stracci caldi. UnĠaltro modo di garantire loro una fonte di calore costante  di...mescolarli ai ratti con la pelliccia! Un ratto nudo sarˆ felicissimo di dividere il proprio appartamento con un paio di amici pelosi: si infilerˆ sotto la pancia dei suoi amici e dormirˆ al caldo! UnĠaltro utile accorgimento per fare in modo che la gabbia dei nostri amici abbia un angolo caldo in cui possano riposare  quello di sistemare un faretto riscaldante vicino ad un angolo della gabbia in cui avremo predisposto una comoda cuccia: il faretto va posizionato FUORI dalla gabbia per evitare pericolose ustioni e inopportuni rosicchiamenti del filo elettrico. Si potrˆ poi usare una lampada in ceramica non luminosa (del tipo che si usa per i rettili) che riscalda senza illuminare. UnĠaltro fattore da tenere presente nellĠallevamento di questi simpatici amici sono le loro necessitˆ alimentari: i ratti nudi hanno bisogno di pi cibo rispetto ai ratti comuni a causa della mancanza di pelo che causa una maggior dispersione del calore, sono sempre di ottimo appetito e la loro razione dovrebbe contenere almeno il 10% in pi di carboidrati, Un ottimo complemento alimentare per i ratti nudi  il comune muesli alla frutta, che pu˜ essere aggiunto alla razione dei nostri amici in ragione di un cucchiaio al giorno. Nella scelta dei giocattoli adatti ai nostri amici ricordiamoci che la loro pelle va incontro pi facilmente ad abrasioni e ferite: quindi vanno evitati giocattoli e attrezzature che presentino zone abrasive o schegge. Spero infine, con queste poche righe, di avervi dato una panoramica sulle peculiaritˆ di questa affascinante varietˆ di ratti tutta da scoprire!