Come è cominciato?
Sulla Terra esistono vari tipi di ratto ma noi parleremo del Norvegicus.

IL ratto è conosciuto come animale dannoso, furbo, intelligente e longevo, capace di anche le trappole.
Del ratto si dicono tante cose non proprio carine ed è noto che susciti paura a molte persone.
Il nome latino di questa varietà di ratto è dovuto alla prima descrizione nel 1769 di un esemplare proveniente dalla Norvegia. Ma la vera patria del Rattus Norvegicus è la parte dell'Asia che corrisponde all'attuale regione Est della Cina.
Lo sviluppo del commercio via mare, la crescita delle città e il grande senso di adattamento del ratto hanno fatto si che questo animale si sia ambientato un po' ovunque (tranne nell'Antartide).
è noto che il Rattus Norvegicus si trasferiva nelle nuove terre insieme ai conquistatori e si diffuse in tutta la Terra negli ultimi 260 anni.
Negli anni precedenti in Europa era diffuso solo Rattus Rattus (ratto nero).

Rattus Norvegicus è un animale notturno, di solito esce dalle tane dalle 19 alle 8 di mattina. La sua massima attività va dalle 20 alle 22, ma se necessario i ratti possono essere attivi anche di giorno.

Tra di loro si riconoscono tramite l'odore e marcano i loro percorsi con l'urina.
Hanno un udito molto sviluppato difatti comunicano fra di loro con squittii.
Il ratto può muoversi alla velocità di 10 km/h, saltare in alto fino 80 cm (pensate che è come se un umano saltasse fino al secondo piano di un palazzo!) e nuotare per vari chilometri (il record raggiunto è stato di 29 km!).
Sono bravi subacquei e ottimi scalatori. In una giornata possono percorrere distanze da 10 a 50 km.

I rattini neonati si nutrono di latte materno che contiene 8,7% di proteine, 9,3% di grassi e 3,7% di lattosio.

Come abbiamo già detto il ratto è un animale molto abile. La sua intelligenza e coraggio spiccano specialmente nella loro capacità di procurarsi il cibo.

Tempo fa gli scienziati hanno scoperto che nei casi di massiccia derattizzazione i ratti usano il "regolatore della popolazione": le femmine si riproducono di più, le cucciolate sono più numerose e la mortalità tra i rattini si abbassa.

 

"I ratti sono comparsi sulla Terra 48 milioni di anni prima del uomo. L'hanno sempre accompagnato, provocando però panico e paura in molti. Sui ratti sono state inventate tante storie e leggende spesso false.
Ma perché questo piccolo roditore fa tanta paura?
Cerchiamo di conoscerlo meglio...

Il ratto ha preso il suo posto vicino all'uomo da quando hanno deciso di impiegarlo nella sperimentazione scientifica. Decenni di riproduzioni nei laboratori hanno fatto si che il ratto sia diventato un animale molto socievole ed interattivo nei confronti del uomo poichè questa caratteristica si trasmette alla prole.
Il ratto domestico è un animale molto fedele, compararlo al ratto selvatico sarebbe come paragonare un barboncino ad un lupo.
Il "ratto da compagnia" (funcy rat) è molto dolce e affettuoso nei confronti degli umani.
Inoltre il ratto riconosce il suo nome e arriva quando viene chiamato (ovviamente se non è impegnato in qualche esplorazione interessante)

Non è l'animale domestico perfetto? A parte sua voglia di rosicchiare..."

Articolo di Simanova Svetlana

 

Ratto: pro e contro

Pro: Contro:
- Il ratto è un animale molto intelligente e attivo.
- E' un animale fedele e gioccherellone
- Riconoscono il loro nome
- Si possono addestrare
- E un animale molto pulito
- Praticamente inodore (se la gabbia viene pulita regolarmente)
- E' silenzioso
- Sembrano cuccioli che non crescono mai

- Spesso "assaggiano" tutto. Bisogna tenerli sotto controllo quando sono in giro
- Ha bisogno di stare con il padrone almeno un'ora al giorno
- Spesso marchiano loro territorio (anche se non puzza come il gatto!)
- Vita breve

 

Copyright © 2005 - 2011 Ratmania
Vietata la riproduzione anche parziale